A metà 2016 il credito alle imprese artigiane ancora in negativo


9 dicembre 2016

Il più recente andamento dei prestiti alle imprese evidenzia che a settembre 2016 le società non finanziarie – escluse le famiglie produttrici – mostrano una flessione dello 0,2% mentre i prestiti al totale delle famiglie registrano un aumento dell’1,6%.

Anche il volume dei nuovi prestiti alle imprese, dopo il ciclo positivo dello scorso anno, ritorna in territorio negativo e nei primi nove mesi del 2016 segna una flessione del 16,6%. Sul fronte della qualità del credito un segnale positivo proviene dal calo delle sofferenze sui prestiti alle imprese: a settembre 2016 lo stock di sofferenze relative al credito alle imprese è pari a 157,4 miliardi di euro: rappresenta il 18,0% dei prestiti lordi e diminuisce dell’1,4% rispetto allo stesso mese del 2015, mentre un anno prima registrava una crescita del 13,1%.

prestiti_banconote_artigiani_sondrioLa politica monetaria espansiva prosegue a manifestare effetti positivi sul costo dei prestiti: a settembre 2016 il tasso di interesse sui prestiti pagato dalle società non finanziarie per nuove operazioni è pari all’1,50%, 48 punti base più basso rispetto al valore di un anno prima e di 14 punti base più basso rispetto a quello pagato mediamente nell’Eurozona (1,64%).

In questo contesto persiste il trend negativo dei prestiti all’artigianato. L’analisi dei dati resi disponibili grazie alla collaborazione con Artigiancassa indica a giugno 2016 uno stock di prestiti lordi alle imprese artigiane di 43,5 miliardi di euro, in diminuzione in un anno di 2,7 miliardi, pari al -5,8% (era -6,1% il trimestre precedente e -4,6% un anno prima).

In quattro anni (giugno 2012-giugno 2016) i prestiti all’artigianato si sono ridotti complessivamente del 18,4%, pari a 9,8 miliardi di euro in meno, un calo quasi doppio rispetto a quello registrato dal totale imprese (-10,4%). Sul territorio la flessione del credito all’artigianato a giugno 2016 è diffusa in tutte le regioni. In 10 regioni su 20 – che sommano prestiti per 25,9 miliardi di euro (59,4% del totale) – la dinamica tendenziale dei prestiti all’artigianato migliora rispetto a quella rilevata nel trimestre precedente.

In parallelo al calo del credito all’artigianato si osserva che nel settore manifatturiero le condizioni di accesso al credito sono peggiori per le piccole imprese: la percentuale netta di imprese che riportano difficoltà di accesso al credito per le piccole imprese è pari a -2 mentre il saldo per le medio-grandi imprese è positivo per 5. Nel dettaglio l’11,3% delle piccole imprese dichiara un miglioramento di accesso al credito, il 69,3% segnala invarianza di condizioni mentre il 12,8% invece che segnala un peggioramento.

Nell’analisi di lungo periodo si osserva che le condizioni di accesso al credito sono generalmente migliori per le medio-grandi imprese dallo scoppio della crisi del debito sovrano italiano (dicembre 2011).

Comments

Leave a Reply






  • Tesseramento 2017

  • Bandi e contributi aperti



  • Convenzioni e consulenze






  • Video






Confartigianato Confartigianato Lombardia Provincia di Sondrio Regione Lombardia Valtellina
Unione Artigiani della Provincia di Sondrio - Confartigianato Imprese Sondrio Largo dell’artigianato, 1 23100 Sondrio - Telefono 0342.514343 Fax 0342/514316 - Codice fiscale 80003370147 Partita Iva 00582080149