Anmil e Confartigianato, incontri nelle scuole per accrescere la cultura della sicurezza nei luoghi di lavoro

La scorsa settimana hanno preso il via gli incontri presso le scuole, organizzati e promossi dall’ANMIL (Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi di lavoro) in collaborazione con l’Unione Artigiani, per diffondere la cultura della sicurezza fra i ragazzi delle classi terze e quinte degli Istituti di Istruzione secondaria della provincia.

La sicurezza sul lavoro non è soltanto un problema di applicazione di leggi e di norme ma significa cultura e valori che ciascun lavoratore sia esso datore o dipendente deve imparare a coltivare. La cultura della prevenzione e la protezione della propria salute è un fatto di conoscenza e di sensibilità personale.

Prestare attenzione alla sicurezza significa tutelare la propria salute e quella dei propri colleghi. La salute è un bene prezioso e come tale deve essere tutelato sempre e in ogni luogo. Per raggiungere risultati importanti occorre avere atteggiamenti attivi sui luoghi di lavoro e non lasciare che siano solo le buone regole a guidarci ma occorre che ciascuno diventi attore della propria sicurezza.

Ruota attorno a questi semplici principi lo spirito della collaborazione con l’ANMIL Sondrio sostenuta dal Presidente di Confartigianato Imprese Sondrio Fabio Bresesti.

Negli incontri di sensibilizzazione il presidente dell’Anmil è stato affiancato da imprenditori artigiani che hanno più volte sottolineato l’impegno dell’Unione e delle imprese nelle attività di formazione in tema di sicurezza sul lavoro.

I primi due incontri si sono svolti all’Istituto Professionale “Crotto Caurga “ di Chiavenna e hanno coinvolto una sessantina di studenti dei corsi per meccanici e per operatori del legno. Agli incontri di Chiavenna oltre al presidente dell’Anmil Emilio Giacomelli e al vice-presidente Eliseo Guglielmana hanno partecipato anche Kino Maraffio (atleta disabile di Villa di Chiavenna) ed Enzo Caligari, soci dell’Associazione Invalidi, Lucio Lorenzini in rappresentanza dell’Unione, il dirigente scolastico Giuseppe Guanella, il presidente della sezione dell’Unione Stefano Coldagelli con il segretario Marco Vedovelli e il vice segretario provinciale Alberto Pasina. Tutti i ragazzi hanno ricevuto al termine un attestato di partecipazione. Il Comune di Chiavenna ha patrocinato l’incontro.

Altri incontri sono già in programma: oggi sabato 28 aprile presso l’Istituto Professionale “Romegialli” di Morbegno, l’8 maggio presso l’istituto professionale Zappa di Bormio e il 17 maggio presso l’Istituto Professionale Besta-Fossati di Sondrio. L’intesa fra Anmil e Unione proseguirà anche il prossimo anno scolastico con nuovi incontri presso altre scuole.  Gli studenti hanno infatti mostrato particolare interesse soprattutto grazie alle testimonianze dirette di chi ha subito un infortunio ed alla proiezione di un video particolarmente efficace con cui l’Anmil Sondrio ha voluto testimoniare le conseguenze di comportamenti poco attenti e responsabili. I relatori hanno più volte evidenziato che accanto ai sistemi di prevenzione dei rischi occorre sempre la massima attenzione da parte dei lavoratori che sono i primi a dover alimentare un sistema che interiorizza la cultura della sicurezza.

Tag: , ,

Seguici sui social

Rimani sempre in contatto con noi e aggiornato sulle nostre iniziative

Unidata s.r.l con unico socio
Largo dell’Artigianato, 1 - 23100 Sondrio
Telefono 0342.514343 Fax 0342.514316
C.F. 00481790145 - N.REA SO-36426
PEC: unidata.sondrio@legalmail.it
Cap. soc. euro 100.000,00 i.v.
Informativa sulla Privacy

CONTATTI