Bando Innovazione ed efficienza energetica: opportunità per le imprese


18 febbraio 2010

E’ stato approvato il bando “Innovazione ed efficienza energetica”, promosso  da Regione Lombardia  e nell’ambito del Programma Regionale di Sviluppo.

Le risorse a disposizione, pari a 145 milioni di euro, saranno finalizzate all’acquisto di macchinari/attrezzature/apparecchi nuovi, tecnologicamente avanzati ovvero il cui impiego produca effetti riduttivi dell’impatto sull’ambiente, attraverso una riduzione dei consumi specifici di energia nelle imprese e la promozione di più elevati standard di efficienza energetica.

Beneficiari

Possono beneficiare del contributo, in forma singola, le micro e piccole imprese, con almeno un dipendente con contratto di lavoro subordinato e con codice di attività appartenente alle seguenti classificazioni delle attività economiche ISTAT – ATECO 2007:

  • A) Agricoltura, sivicultura e pesca
  • C) Attività Manifatturiere
  • D) Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata
  • E) Fornitura di acqua; reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti e risanamento
  • F) Costruzioni
  • G) Commercio all’ingrosso e al dettaglio; riparazione di autoveicoli e motocicli
  • I)  Attività dei servizi di alloggio e di ristorazione
  • M – 70) Attività di direzione aziendale e di consulenza gestionale
  • M – 72) Ricerca scientifica e sviluppo
  • M – 73) Pubblicità e ricerche di mercato
  • M – 74) Altre attività professionali, scientifiche e tecniche
  • S – 95) Riparazione di computer e di beni per uso personale e per la casa
  • S – 96) Altre attività di servizi per la persona

 Misure di intervento ed entità del contributo

Il bando si articola nelle seguenti misure di intervento:

Misura A) Efficienza energetica – sostituzione: investimenti finalizzati alla sostituzione di macchinari/attrezzature/ apparecchiature, che dovranno risultare ancora in esercizio presso l’unità locale alla data di apertura del bando, con beni nuovi e ad elevata efficienza energetica.

Il contributo è pari al 50% dei costi ritenuti ammissibili, fino ad un massimo di € 15.000,00;

Misura B) Innovazione – nuovo acquisto: investimenti destinati all’acquisto di macchinari/attrezzature/apparecchiature nuovi con l’obbligo di acquistare la migliore tecnologia disponibile sotto il profilo energetico (identificata da un’apposita etichetta energetica definita dalle direttive europee quando possibile).

Il contributo è pari al 30% dei costi ritenuti ammissibili fino ad un massimo di € 10.000,00.

Per entrambe le misure l’investimento minimo ammissibile è pari a € 2.000,00.

Interventi ammissibili

E’ ammessa una sola domanda di contributo per imprese afferente all’acquisto di un solo macchinario/attrezzatura/apparecchiatura, (tra quelli identificati dal bando Allegato 2) per domanda di contributo.

La concessione del contributo sarà assicurato esclusivamente alle imprese in possesso, al momento della presentazione della domanda, di un ordine di acquisto relativo al bene oggetto del contributo che dovrà essere alleato alla richiesta di contributo stesso. 

Termine di realizzazione dell’intervento

L’ordine, l’acquisto e la messa in esercizio del bene dovranno essere effettuati a partire dalla data di presentazione del bando sul BURL ed entro e non oltre il 31 dicembre 2010.

Spese ammissibili

Sono ammissibili le seguenti tipologie di spese:

  • costi relativi all’acquisto e all’istallazione di macchinari/attrezzature/apparecchiature;
  • costi di montaggio, collaudo, trasporto ed imballaggio ammissibili nel limite complessivo del 15% del costo del bene e purché comprese nel prezzo fatturato o nel contratto di compravendia;
  • per la misura A) costi relativi all’assevazione del risparmio energetico ottenuto nel limite massimo di € 500,00.

Obblighi dei soggetti beneficiari

Fra gli obblighi previsti dal bando, in particolare si evidenzia che i soggetti beneficiari sono obbligati a:

–      non ridurre il numero dei dipendenti nei 12 mesi successivi alla presentazione della domanda di contributo al netto dei collocamenti a riposo e delle cessazioni volontarie;

–      non alienare o cedere i macchinari, attrezzature,  apparecchiature oggetto del  contributo nei 5 anni  successivi alla data di concessione dello stesso. 

La domanda di contributo dovrà essere inoltrata  esclusivamente online mediante la procedura a sportello informatizzata messa a disposizione da Regione Lombardia sul sito https://gefo.servizirl.it/, a partire dalle 8,00 del 10 marzo 2010 e fino ad esaurimento delle risorse e comunque non oltre il 30 settembre 2010.

Dopo aver compilato digitalmente la domanda di accesso, per completare l’iter, occorre stampare e sottoscrivere (da parte del legale rappresentante) ed apporre l’apposito bollo. Questa documentazione unitamente alla copia del documento d’ordine e della fotocopia del documento di identità dovrà essere fatta pervenire entro e non oltre 15 giorni consecutivi successivi alla data di invio on line presso :CESTEC SPA – Viale Restelli 5/A 20124 Milano.     

Informiamo le imprese associate che la nostra società di servizi Unidata srl è a Vostra disposizione per informazioni e per la predisposizione della  domanda presso gli uffici di:

  •  Sondrio      –  l.go Artigianato 1 Tel 0342 514343
  • Chiavenna  – via De Giambattista 2 tel. 0343 32850
  • Morbegno  – via V° Alpini  111/a tel. 0342 610726
  • Tirano        – via S. Giuseppe 6 – tel. 0342 701120
  • Grosio       – via Alfieri 2 tel. 0342 847222
  • Bormio      – via Roma 131/a Tel 0342 910401
  • Livigno      – via Rasia 186/f Tel 0342 997222

 

Scarica tutti gli allegati in pdf:

Comments

Leave a Reply






  • Tesseramento 2017

  • Bandi e contributi aperti



  • Convenzioni e consulenze






  • Video






Confartigianato Confartigianato Lombardia Provincia di Sondrio Regione Lombardia Valtellina
Unione Artigiani della Provincia di Sondrio - Confartigianato Imprese Sondrio Largo dell’artigianato, 1 23100 Sondrio - Telefono 0342.514343 Fax 0342/514316 - Codice fiscale 80003370147 Partita Iva 00582080149