Bando per macro progetti “Aggregazioni di imprese per progetti integrati di internazionalizzazione”


14 gennaio 2010

Con decreto n. 13722 del 10 dicembre 2009, pubblicato sul BURL Serie Ordinaria n. 51 del 21 dicembre 2009, è  stato pubblicato il bando per macro progetti “Aggregazioni di imprese per progetti integrati di internazionalizzazione”, promosso da Regione Lombardia e Camere di Commercio Lombarde, nell’ambito dell’Accordo di Programma per lo Sviluppo  economico e la competitività  del Sistema Lombardo (Asse 2).

Con una dotazione di € 3.000.000,00 milioni il bando finanzierà progetti relativi alle seguenti azioni:

–       Organizzazione di eventi in Lombardia finalizzati a presentare agli operatori esteri le opportunità offerte dal sistema delle imprese lombarde

–       Organizzazione di eventi all’estero con la partecipazione delle imprese lombarde

–       Partecipazione delle imprese lombarde a fiere internazionali all’estero (massimo 1 fiera al progetto)

–       Organizzazione di incontri d’affari all’estero per le imprese lombarde

–       Indagini/ricerche conoscitive propedeutiche  orientate alla penetrazione nei mercati esteri target delle PMI coinvolte

–       Promozione all’estero delle imprese lombarde, anche attraverso strutturazione di servizi finalizzati sia allo scouting che alla comunicazione  degli eventi da svolgersi in Lombardia e/o attività di pubbliche relazioni

–       Azioni tese a partecipare a gare, costituire forme di aggregazione e altre modalità di accesso a fondi aggiuntivi internazionali

–       Avvio di partenariati tecnologici e accordi di collaborazioni tecnologiche tra imprese italiane ed estere e/o Università /Centri di ricerca

I progetti dovranno prevedere un minimo di 3 azioni tra quelle sopra elencate e le azioni prescelte dovranno includere almeno due attività a svolgersi all’estero in periodi diversi oppure, in alternativa, un’azione da svolgersi all’estero e un’azione di incoming, alle quali dovranno partecipare tutte le imprese aderenti al progetto.

Ogni progetto può prevedere azioni omogenee e coerenti da realizzare al massimo in 2 Paesi esteri.

Beneficiari

Possono beneficiare del contributo le PMI Lombarde attive in possesso dei seguenti requisiti:

–        avere una sede operativa attiva in Regione Lombardia;

–        essere regolarmente iscritte al Registro imprese di una CCIAA lombarda e in regola con il pagamento del diritto camerale;

–        non trovarsi in nessuna delle situazioni ostative previste dall’art. 38 del D.lgs 163/2006

Possono partecipare al bando esclusivamente partenariati composti da:

      a)            PMI con sede legale o operativa attiva in Lombardia , che beneficiano del contributo;

      b)            Aggregazioni anche temporanee di imprese, che beneficiano del contributo;

       c)            Grandi Imprese con sede legale e operativa in Lombardia;

      d)            Camere di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura lombarde e loro Aziende Speciali che svolgono attività di internazionalizzazione;

      e)            Cooperative e Consorzi

       f)            Associazioni datoriali lombarde, anche tramite le relative società di servizi;

      g)            Soggetti titolari dei Lombardia Point Estero;

      h)            Università e soggetti appartenenti al sistema della ricerca e dell’innovazione

Ogni partenariato dovrà obbligatoriamente prevedere la partecipazione di almeno 10 PMI Lombarde, senza la possibilità di sostituzioni dopo la presentazione della domanda di contributo.

Forma e misura del contributo

Il contributo a fondo perduto, erogato ad ogni impresa aderente al progetto nella misura massima del 50% delle spese ammissibili del progetto e nei limiti previsti dal Regolamento (CE) e successive integrazioni in materia di regime “de minimis”, non potrà superare € 200.000,00= per progetto.

Non saranno ammessi al contributo progetti con un totale di spese ammissibili inferiori a € 70.000,00=.

Spese ammissibili

Sono ammissibili per il contributo le seguenti  spese purché direttamente imputabili al progetto:

–        Spese generali: al capofila, ad esclusione di enti pubblici e grandi imprese, saranno riconosciute le spese generali (personale dipendente e costi amministrativi) necessarie alla gestione del progetto a forfait e fino ad un massimo del 20%  del costo complessivo del progetto.

–        Consulenze tecniche: si intendono le consulenze riguardanti l’attività di internazionalizzazione.

–        Promozione: fino ad un massimo del 20% del costo complessivo del progetto.

–        Indagini e ricerche di mercato: fino ad un massimo del 20% del costo complessivo del progetto.

–        Organizzazione di fiere e mostre all’estero: fino ad una massimo di € 4.000,00 per azienda per le voci di gestione, locazione, installazione/allestimento dello stand.

–        Viaggio vitto e alloggio: nella misura massima dell’8% del costo complessivo del progetto.

–        Spese di trasporto  prodotti e campionari e assicurazione: fino ad un massimo del 10% del costo complessivo del progetto.

Modalità di presentazione delle proposte progettuali

Le domande dovranno essere presentate dal capofila di progetto, utilizzando i fac-simile della modulistica pubblicati sul sito http://www.industria.regione.lombardia.it/, nelle seguenti due finestre:

–        Dal 15 gennaio al 15 marzo 2010: per progetti iniziati successivamente al 15 gennaio 2010 e non oltre il 30 agosto 2010.

–        Dal 1 giugno al 30 giugno 2010: per progetti iniziati  successivamente al 1 giugno 2010  e non oltre il 30 dicembre 2010.

Riferimento Dott.ssa Roberta Gagliardi che coordina il lavoro del Gruppo Progetti Competitività   e-mail: gagliardi@confartigianato-lombardia.it – tel. 02/20232542.

Comments

Leave a Reply






  • Tesseramento 2017

  • Bandi e contributi aperti



  • Convenzioni e consulenze






  • Video






Confartigianato Confartigianato Lombardia Provincia di Sondrio Regione Lombardia Valtellina PFPValtellina
Unione Artigiani della Provincia di Sondrio - Confartigianato Imprese Sondrio Largo dell’artigianato, 1 23100 Sondrio - Telefono 0342.514343 Fax 0342/514316 - Codice fiscale 80003370147 Partita Iva 00582080149