Editoria: stop alle tariffe fiscali agevolate

Un decreto interministeriale dello Sviluppo economico e del Tesoro ha bloccato il regime tariffario agevolato per la spedizione di giornali, riviste e materiale informativo associativo.

Una decisione improvvisa che preoccupa le associazioni di categoria, gli editori e gli imprenditori del comparto della grafica e della comunicazione.

Un’associazione di categoria, un ente no profit o un ordine professionale fanno della condivisione di idee e delle notizie del proprio sistema un punto centrale del vivere la vita associativa.

Cesare Fumagalli

Per questo motivo, in molti sono rimasti di stucco quando sulla Gazzetta Ufficiale è stato pubblicato il decreto interministeriale che sospende il regime agevolato per la spedizione postale di qualsiasi prodotto editoriale.

Era il primo aprile scorso e sarebbe stato fin troppo facile pensare al più classico dei pesci d’aprile. Purtroppo, però, non si trattava di uno scherzo, ma di un decreto, tanto imprevisto quanto immediato, che, oltre a creare confusione tra associazioni ed enti vari, rischia di travolgere un intero comparto, quello della grafica e della comunicazione, che già soffre i postumi di una pesante crisi economica. E mentre la Presidenza del Consiglio dei Ministri ha istituito un tavolo tecnico per studiare un nuovo regime tariffario agevolato, meno virtuoso di quello precedente ma capace comunque di sostenere gli editori e le necessità delle associazioni di categoria, il Segretario di Confartigianato Imprese, Cesare Fumagalli, ha presentato un documento al Sottosegretario Gianni Letta, chiedendo di non abbandonare gli imprenditori del settore.

Nonostante l’innovazione tecnologica, la definitiva consacrazione di internet e la brusca contrazione dei costi per le produzioni multimediali, infatti, l’informazione cartacea in abbonamento postale rimane lo strumento più utilizzato per comunicare agli associati. Almeno fino ad oggi.

Tag: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui social

Rimani sempre in contatto con noi e aggiornato sulle nostre iniziative

Unidata s.r.l con unico socio
Largo dell’Artigianato, 1 - 23100 Sondrio
Telefono 0342.514343 Fax 0342.514316
C.F. 00481790145 - N.REA SO-36426
PEC: unidata.sondrio@legalmail.it
Cap. soc. euro 100.000,00 i.v.
Informativa sulla Privacy

CONTATTI