Il bonus fiscale dal 2017 può arrivare sino al 75% per i condomini

Con la riconferma dei bonus fiscali sulle ristrutturazioni e le riqualificazioni energetiche degli edifici, l’incentivo è stato ampliato anche per i lavori effettuati sui condomini, permettendo un beneficio fiscale che può arrivare sino al 75%.

L’integrazione dell’intervento del Governo vuole essere un ulteriore spinta per il rilancio del comparto dell’edilizia permettendo inoltre di aumentare il numero di fruitori dei bonus a livello nazionale, con un risultato finale di certo beneficio per tutta la collettività e l’ambiente.

condominioLe integrazioni alla politica fiscale di successo degli ultimi anni, sono uno stimolo infatti per interventi sinergici nei confronti dei nuclei abitativi sia delle singole unità sia delle numerose parti comuni come ad esempio il rifacimento del tetto, che se riqualificate fino a ridurre in maniera considerevole le emissioni, possono usufruire di una detrazione fiscale fino al 75% dell’investimento, suddiviso in cinque anni.

Il punto di partenza  sarà sempre la detrazione del 65% (come nelle singole abitazioni) ma si potrà salire al 70% se l’intervento interessa almeno il 25% dell’involucro edilizio (come succede in caso di cappotto termico) e arrivare al 75% nel caso in cui l’intervento porti al miglioramento della prestazione energetica invernale ed estiva. In più, se gli immobili dovessero essere assoggettati anche a interventi di riduzione di rischio sismico, i costi per questo tipo di lavori usufruirebbero di una  detrazione che potrebbe arrivare anche all’85%.

Una ulteriore novità riguarda la possibilità di cessione del  bonus. Tutti i proprietari di appartamenti nei condomini oggetto di intervento potranno infatti decidere liberamente la cessione della quota di incentivo a loro spettante all’impresa o al fornitore che ha garantito i lavori.

Nell’ipotesi in cui, il titolare del diritto risulti essere un soggetto incapiente, rientrante quindi nelle categorie escluse dall’assoggettamento all’Irpef in quanto avente reddito da lavoro dipendente annuo inferiore a € 8 mila oppure pensionato con età superiore ai 75 anni, il bonus può essere ceduto ad imprese, ESCO (società autorizzate per i servizi di efficientamento energetico)  o ad altri soggetti che non siano istituti di credito o intermediari finanziari.

Tag: , , , ,

Seguici sui social

Rimani sempre in contatto con noi e aggiornato sulle nostre iniziative

Unidata s.r.l con unico socio
Largo dell’Artigianato, 1 - 23100 Sondrio
Telefono 0342.514343 Fax 0342.514316
C.F. 00481790145 - N.REA SO-36426
PEC: unidata.sondrio@legalmail.it
Cap. soc. euro 100.000,00 i.v.
Informativa sulla Privacy

CONTATTI