Il Progetto ‘lobby Italia’ di Confartigianato


8 novembre 2013

Ai Senatori valtellinesi le richieste e le proposte di Rete Imprese Italia

Per fare lobbying in modo efficace bisogna avere una precisa strategia sulla quale l’organizzazione è orientata in modo compatto. Occorre costruire posizioni chiare e mantenere rapporti solidi e costanti con i politici e con gli altri attori delle politiche pubbliche.

Occorre essere pronti a fornire informazioni esaustive ed immediatamente comprensibili sulle proprie posizioni e da qui elaborare proposte e soluzioni utili a soddisfare le aspettative delle imprese rappresentate tenendo conto degli interessi generali. Ed è proprio per rendere efficace la rappresentanza che Confartigianato ha promosso il “progetto lobby Italia”. L’iniziativa prende le mosse dall’esperienza dell’azione sugli studi di settore: un’azione pressante, costante, tempestiva nei confronti degli attori istituzionali e degli organi di informazione che ha consentito a Confartigianato di essere un soggetto credibile e capace, anche attraverso dati ed esempi concreti, svolgendo un ruolo determinante per l’approvazione di una norma che rappresenta, dato il contesto, il miglior risultato possibile.

L’obiettivo del progetto consiste nell’avviare una modalità di lavoro di sistema che valorizzi la forza e la capacità di Confartigianato di fare rete per la rappresentanza degli interessi degli associati a Roma e sul territorio. Il Progetto si propone infatti di sottoporre all’attenzione di ogni singolo parlamentare alcune proposte che Confartigianato ritiene prioritarie per il settore.

In questi ultimi giorni alcune proposte – condivise in seno a Rete Imprese Italia – sono state trasmesse anche ai rappresentanti della nostra provincia: Sen. Benedetto Della Vedova, Sen. Mauro  Del Barba e Sen . Jonny Crosio. In queste ultime sono state avanzate alcune proposte relative alla “Legge di stabilità” riguardanti la riduzione dei premi INAIL, l’aumento della franchigia IRAP a 25 mila euro, l’aumento del fondo straordinario per i Confidi, la salvaguardia del Fondo autotrasporto e il ripristino risorse per albo autotrasportatori.

Confartigianato Imprese Sondrio auspica che i parlamentari locali sappiano tenere in debita considerazione queste e le successive proposte e osservazioni avanzate dal sistema Confartigianato.

Comments

Comments are closed.



  • Tesseramento 2017

  • Bandi e contributi aperti



  • Convenzioni e consulenze






  • Video






Confartigianato Confartigianato Lombardia Provincia di Sondrio Regione Lombardia Valtellina
Unione Artigiani della Provincia di Sondrio - Confartigianato Imprese Sondrio Largo dell’artigianato, 1 23100 Sondrio - Telefono 0342.514343 Fax 0342/514316 - Codice fiscale 80003370147 Partita Iva 00582080149