Il regime degli appalti pubblici e l’attenzione verso le piccole imprese.


14 novembre 2014

Edilizia – Un invito agli enti locali

Negli ultimi anni – complice anche la crisi – si sono moltiplicate le prese di posizione a favore delle piccole imprese locali anche e non solo in tema di lavori pubblici. Il recentissimo avvio della prima fase della “Campagna di comunicazione” a sostegno dell’artigianato locale – promossa da Confartigianato Sondrio con il sostegno delle Amministrazioni comunali – ha riacceso il dibattito e in una nota diffusa nei giorni scorsi è intervenuto anche il Presidente del Direttivo Edilizia dell’associazione Dario Vanotti. “Ho

Dario Vanotti

condiviso e apprezzato – ha sottolineato Vanotti – la posizione espressa da più parti circa la necessità di regolamentare seriamente gli appalti pubblici con un occhio di riguardo verso le imprese locali”.

Vanotti va però oltre e aggiunge che “Nella Deliberazione Regionale X/1958 del 13/06/2014, la Giunta del Presidente Maroni, ha approvato le linee guida volte alla facilitazione dell’accesso agli appalti pubblici per le MPMI nel territorio lombardo in attuazione dei principi 5 e 6 dello Small Business Act (SBA) emanato dall’Unione Europea il 25 giugno 2008. Nello specifico, lo stesso prevede l’introduzione di un quadro di riferimento complessivo di misure innovative per accrescere la competitività delle MPMI, l’individuazione di una serie di principi che debbano informare la formulazione e attuazione delle politiche volte a creare condizioni di concorrenza paritarie per le MPMI e a migliorare il contesto giuridico e amministrativo in cui esse si trovano ad operare e soprattutto prevede l’attivazione a livello nazionale e locale di linee di intervento pertinenti e diversificate a seconda delle specificità territoriali, nel rispetto del principio di sussidiarietà.

Il principio n.1 dello SBA, infatti, sollecita lo spirito di imprenditorialità realizzato attraverso bando rivolti alle aggregazioni d’impresa e ai contratti di rete mentre il principio n.3 invita a pensare ai piccoli introducendo disposizioni in materia di semplificazione, digitalizzazione e competitività soprattutto in riferimento agli Appalti che devono essere realizzati per favorire l’accesso alle MPMI, anche in forma aggregata. L’auspicio – conclude Vanotti – è che gli enti facciano proprie le linee guida regionali, soprattutto laddove si invita a suddividere i contratti in lotti e a riservare una quota degli stessi, non inferiore al 30%, alle MPMI.

Comments

Comments are closed.



  • Tesseramento 2017

  • Bandi e contributi aperti



  • Convenzioni e consulenze






  • Video






Confartigianato Confartigianato Lombardia Provincia di Sondrio Regione Lombardia Valtellina
Unione Artigiani della Provincia di Sondrio - Confartigianato Imprese Sondrio Largo dell’artigianato, 1 23100 Sondrio - Telefono 0342.514343 Fax 0342/514316 - Codice fiscale 80003370147 Partita Iva 00582080149