Il Vicepresidente della Commissione Ue Antonio Tajani incontra il Presidente di Confartigianato. Guerrini: “Recepire subito in Italia direttiva Ue contro ritardi di pagamento”

Il Vicepresidente della Commissione Europea e Commissario dell’Industria e l’imprenditoria Antonio Tajani ha incontrato il 3 aprile a Roma il Presidente di Confartigianato Giorgio Guerrini.

Nel corso dell’incontro sono stati esaminati i temi cruciali per le piccole imprese italiane.

Il Presidente Guerrini ha evidenziato un problema che sta mettendo in ginocchio gli imprenditori: il ritardo dei pagamenti da parte della pubblica amministrazione e di altre imprese. “E’ indispensabile – ha detto Guerrini – che l’Italia recepisca al più presto la direttiva europea sui tempi di pagamento, perché i ritardi costano agli artigiani 3,6 miliardi l’anno di maggiori oneri finanziari”.

Giorgio Guerrini

“Il ritardo dei pagamenti – ha spiegato Guerrini – è spesso all’origine della mancanza di liquidità e costringe le imprese a rivolgersi alle banche”. A questo proposito, il Presidente di Confartigianato ha evidenziato in particolare il problema dell’accesso al credito e ha chiesto al Vicepresidente Tajani che le nuove regole di Basilea 3 sui requisiti patrimoniali delle banche, all’esame del Parlamento e del Consiglio europeo, tengano conto della specificità del modello produttivo italiano. “Non vogliamo – ha detto Guerrini – che l’applicazione di ratios meccanici e burocratici finiscano per aggravare la situazione degli imprenditori già oggi soffocati da forti restrizioni dei finanziamenti e da alti tassi di interesse’.

“L’Italia – ha fatto rilevare Guerrini – è il Paese che, nell’Ocse, vanta il più alto numero di piccole e medie imprese, 4.231.900, pari al 94,7% del totale delle aziende italiane, che impiegano il 58,5% della forza lavoro e contribuiscono al 60% della ricchezza prodotta nel Paese. In questa fase  di gravi difficoltà chiediamo alle istituzioni europee un impegno straordinario per sostenere e valorizzare il ruolo delle Pmi  e contribuire a rilanciarne la competitività”.

Tag: , , ,

Seguici sui social

Rimani sempre in contatto con noi e aggiornato sulle nostre iniziative

Unidata s.r.l con unico socio
Largo dell’Artigianato, 1 - 23100 Sondrio
Telefono 0342.514343 Fax 0342.514316
C.F. 00481790145 - N.REA SO-36426
PEC: unidata.sondrio@legalmail.it
Cap. soc. euro 100.000,00 i.v.
Informativa sulla Privacy

CONTATTI