Imprenditrici alla riscossa, le artigiane ‘invadono’ i settori maschili


21 ottobre 2010

In Italia sono 1.482.200, in testa nell’Ue

Nonostante le forti difficoltà delle donne ad accedere al mercato del lavoro e nonostante gli effetti della crisi economica, l’Italia ha il primato in Europa per numero di imprenditrici e di lavoratrici autonome.

Secondo l’Osservatorio di Confartigianato presentato alla Convention di Donne Impresa Confartigianato, a marzo 2010 il nostro Paese registra 1.482.200 imprenditrici a fronte di 1.340.900 imprenditrici della Germania, 1.168.300 del Regno Unito, 1.016.800 della Polonia, 938.400 della Spagna e 798.700 della Francia.

Questa leadership europea viene confermata anche dal peso che l’imprenditoria femminile ha sul totale delle donne occupate: in Italia questa quota è del 16,2%, di gran lunga superiore al 10,2% della media dell’area Euro.

Il lavoro autonomo è un’importante chiave di accesso al mercato del lavoro per le donne nel Centro e nel Mezzogiorno: la quota di lavoro indipendente sul totale dell’occupazione femminile nelle regioni meridionali è del 20,9% e in quelle del Centro del 19,6%, entrambi superiori ai valori registrati nel Nord.

In particolare nel Mezzogiorno il canale del lavoro autonomo è importante per l’accesso al mercato del lavoro da parte delle giovani donne: nelle regioni meriodionali sono autonome il 20,1% delle donne occupate sotto ai 35 anni, contro il 15,2% della media nazionale.

Le 367.819 donne italiane a capo di imprese artigiane sono sempre più agguerrite e hanno invaso i ‘territori’ professionali dei loro colleghi. L’Ufficio studi di Confartigianato ha ‘fotografato’ l’esercito di 16.000 imprenditrici artigiane che svolgono ‘mestieri da uomini’: trasporto merci, taxi, autoriparazione, edilizia, produzione di macchine e prodotti in metallo, falegnameria, ecc…

E c’è anche una vocazione territoriale per le donne che fanno attività tipicamente maschili: la prima regione per vocazione delle donne a fare impresa in settori ‘da uomini’ è la Sardegna, seguita dall’ Emilia-Romagna, dal Piemonte e dalla Lombardia. La provincia italiana a maggiore vocazione di imprenditorialità femminile in ‘mestieri da uomini’ è Sassari,  seguita da Crotone, Massa Carrara, Verbano Cusio Ossola, Novara, Reggio Emilia, Bologna, Gorizia, Como e Siracusa.

Imprenditrici e lavoratrici autonome in Europa
I trimestre 2010 – 15 anni e oltre
Paese Donne occupate %
indipendenti
Italia 1.482.200 14,9
Germania 1.340.900 13,5
Regno Unito 1.168.300 11,7
Polonia 1.016.800 10,2
Spagna 938.400 9,4
Francia 798.700 8
Romania 512.400 5,2
Portogallo 456.000 4,6
Grecia 390.200 3,9
Paesi Bassi 381.000 3,8
Repubblica Ceca 222.500 2,2
Belgio 190.800 1,9
Austria 167.800 1,7
Ungheria 147.900 1,5
Svezia 131.200 1,3
Bulgaria 112.600 1,1
Finlandia 103.300 1
Repubblica Slovacca 95.400 1
Irlanda 58.200 0,6
Danimarca 57.700 0,6
Lituania 49.700 0,5
Lettonia 41.500 0,4
Slovenia 29.300 0,3
Cipro 18.600 0,2
Estonia 15.700 0,2
Lussemburgo 4.600 0
Malta 3.100 0
UE a 27 9.946.300 100
Elaborazione Ufficio Studi Confartigianato su dati Eurostat
Quota di imprenditrici e autonome sul totale donne occupate
I trimestre 2010 – % sul totale occupate
Paese %
Italia 16,2
Spagna 11,5
Area Euro 10,2
Regno Unito 8,7
Germania 7,5
Francia 6,6
Elaborazione Ufficio Studi Confartigianato su dati Eurostat
Donne con cariche nelle imprese artigiane attive per regione
II trimestre 2010. Valori assoluti, var.% II trimestre 2010 su stesso periodo 2009, incidenza e ranking
Regioni Donne con cariche Donne con cariche / Rank Distribuzione Rank Var. % Rank
nelle imprese totale cariche sul territorio II trim.2010
artigiane imprese artigiane su II trim.2009
Abruzzo 9.911 21,9 2 2,7 13 0,9 2
Basilicata 2.710 18,4 16 0,7 18 1,5 1
Calabria 8.327 18,6 15 2,3 15 0,1 13
Campania 16.403 18,4 17 4,5 8 0,8 5
Emilia Romagna 39.250 20,2 6 10,7 2 -1 18
Friuli Venezia Giulia 8.356 20,7 4 2,3 14 0,2 12
Lazio 23.143 19,1 13 6,3 6 0,4 9
Liguria 11.749 19,8 7 3,2 11 -0,1 15
Lombardia 68.245 19,3 12 18,6 1 -0,4 16
Marche 15.064 21,6 3 4,1 10 -1,5 20
Molise 1.826 19,6 9 0,5 19 0,8 6
Piemonte 34.196 19,5 11 9,3 4 0,4 8
Puglia 15.584 16,7 20 4,2 9 0,7 7
Sardegna 10.402 19,5 10 2,8 12 -1,4 19
Sicilia 17.290 16,8 19 4,7 7 0,9 3
Toscana 31.869 20,3 5 8,7 5 0,2 10
Trentino Alto Adige 6.977 18,7 14 1,9 17 0,8 4
Umbria 7.290 21,9 1 2 16 -0,5 17
Valle d’Aosta 946 17,7 18 0,3 20 0,1 14
Veneto 38.281 19,6 8 10,4 3 0,2 11
Nord Ovest 115.136 19,4 3 31,3 1 -0,1 2
Nord Est 92.864 19,9 2 25,2 2 -0,3 4
Centro 77.366 20,3 1 21 4 -0,1 3
Mezzogiorno 82.453 18,2 4 22,4 3 0,5 1
ITALIA 367.819 19,4 100 0
Elaborazione Ufficio Studi Confartigianato su dati Unioncamere-Infocamere
‘Mestieri da uomini’ – titolari di impresa per settore e sesso
II trimestre 2010 – imprese individuali – divisioni Ateco 2007 con almeno 3.000 imprese e % titolari maschi >90%
cod. Divisione Femmine Maschi Totale % Femmine % Maschi
F 43 Lavori di costruzione specializzati 4.792 389.746 394.538 1,2 98,8
G 45 Commercio all’ingrosso e al dettaglio e riparazione di autoveicoli 789 57.197 57.986 1,4 98,6
F 41 Costruzione di edifici 1.840 95.161 97.001 1,9 98,1
A 02 Silvicoltura ed utilizzo di aree forestali 110 3.015 3.125 3,5 96,5
H 49 Trasporto terrestre e mediante condotte 3.230 82.801 86.031 3,8 96,2
C 33 Riparazione, manutenzione ed installazione di macchine 521 11.109 11.630 4,5 95,5
C 28 Fabbricazione di macchinari ed apparecchiature nca 452 8.546 8.998 5 95
C 25 Fabbricazione di prodotti in metallo (esclusi macchinari … 2.445 45.481 47.926 5,1 94,9
A 01 Coltivazioni agricole e produzione di prodotti animali 314 5.226 5.540 5,7 94,3
C 16 Industria del legno e dei prodotti in legno e sughero 1.534 24.608 26.142 5,9 94,1
‘Mestieri da uomini’ 16.027 722.890 738.917 2,2 97,8
Altri settori 163.208 245.102 408.310 40 60
Totale 179.235 967.992 1.147.227 84,4 84,4
Elaborazione Ufficio Studi Confartigianato su dati Movimprese, Unioncamere-Infocamere

Comments

Leave a Reply






  • Tesseramento 2017

  • Bandi e contributi aperti



  • Convenzioni e consulenze






  • Video






Confartigianato Confartigianato Lombardia Provincia di Sondrio Regione Lombardia Valtellina
Unione Artigiani della Provincia di Sondrio - Confartigianato Imprese Sondrio Largo dell’artigianato, 1 23100 Sondrio - Telefono 0342.514343 Fax 0342/514316 - Codice fiscale 80003370147 Partita Iva 00582080149