Norme antimafia: Rete Impresa Italia chiede la sospensione

Rete Imprese Italia (Confartigianato, Confcommercio, CNA, Casartigiani e Confesercenti) e Confindustria ribadiscono la necessità e l’urgenza di una sospensione temporanea dell’applicazione della norma sulla tracciabilità dei flussi finanziari contenuta nel piano straordinario antimafia entrato in vigore Il 7 settembre scorso.

La sospensione è necessaria per consentire alle imprese e alle stazioni appaltanti, in tempi ristretti e predeterminati, di porre in essere tutti gli adempimenti richiesti dalla legge, definire con certezza gli adempimenti che amministrazioni pubbliche e imprese dovranno porre in essere e di procedere ai necessari adeguamenti gestionali e contabili.

L’entrata in vigore della legge, senza un adeguato periodo transitorio, ha già causato, in via cautelativa, il blocco dei pagamenti delle amministrazioni e della stipula dei nuovi contratti.

Le imprese ribadiscono che il problema è di natura temporanea e che i contenuti di fondo di questa importante norma, volta a impedire infiltrazioni di organizzazioni malavitose, sono assolutamente condivisi e auspicano che le norme in essa contenute possano essere applicate in maniera corretta ed efficace da tutti i soggetti.

Tag: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui social

Rimani sempre in contatto con noi e aggiornato sulle nostre iniziative

Unidata s.r.l con unico socio
Largo dell’Artigianato, 1 - 23100 Sondrio
Telefono 0342.514343 Fax 0342.514316
C.F. 00481790145 - N.REA SO-36426
PEC: unidata.sondrio@legalmail.it
Cap. soc. euro 100.000,00 i.v.
Informativa sulla Privacy

CONTATTI