Per i Consorzi fidi in vista un aumento della dote patrimoniale

In arrivo novità sul fronte del credito per le piccole e medie imprese artigiane

Credito sempre più scarso e costoso per gli imprenditori italiani. A confermare le difficoltà sul fronte dei finanziamenti al sistema produttivo arrivano i dati sull’attività dei consorzi fidi artigiani che, per la prima volta dall’inizio della crisi, hanno subito una contrazione delle risorse erogate alle imprese sotto garanzia, che si attestano al di sotto dei 6 miliardi.

E’ un bilancio con molte ombre quello presentato alla fine di novembre a Roma, da Fedart Fidi, la Federazione dei confidi artigiani, costituita da Confartigianato e dalle Confederazioni dell’artigianato.

Anche i Consorzi fidi ‘soffrono’ gli effetti della crisi e, proprio perché sono un fondamentale strumento per garantire l’accesso al credito per i piccoli imprenditori, hanno bisogno di un irrobustimento.

E, in questa direzione, la novità positiva arriva dalla legge di stabilità che prevede uno stanziamento di 450 milioni di euro per rafforzare la dote patrimoniale dei Consorzi fidi nel triennio 2014 – 2016.

L’intervento, sollecitato da Confartigianato e da Rete Imprese Italia, è giudicato positivamente da Confartigianato che in una nota diffusa alla stampa sottolinea che “Grazie ad un’azione efficace di Rete Imprese Italia siamo riusciti a far inserire nella legge di stabilità una norma che non c’era nel testo presentato dal Governo e che è diretta a favorire la ripatrimonializzazione dei Confidi.

Ne hanno grande necessità dopo 5 anni di crisi e di credito sempre più scarso da parte delle banche, e di grande ricorso delle imprese ai Confidi. Ciò ha provocato una sproporzione tra patrimonio e garanzie prestate.

Il giudizio è quindi positivo ma, ora, nel passaggio parlamentare della legge di stabilità alla Camera, contiamo di perfezionare le modalità di attuazione del provvedimento per meglio adattarle alle necessità dei Confidi”.

Tag:

Seguici sui social

Rimani sempre in contatto con noi e aggiornato sulle nostre iniziative

Unidata s.r.l con unico socio
Largo dell’Artigianato, 1 - 23100 Sondrio
Telefono 0342.514343 Fax 0342.514316
C.F. 00481790145 - N.REA SO-36426
PEC: unidata.sondrio@legalmail.it
Cap. soc. euro 100.000,00 i.v.
Informativa sulla Privacy

CONTATTI