Progetto Liquidità: contributi per abbattere gli interessi sui finanziamenti assistiti da garanzia dei Consorzi Fidi


12 gennaio 2010

Sono aperti i termini per la presentazione delle domande di contributo da parte delle imprese sul progetto “Liquidità”, finanziato dalla Camera di Commercio di Sondrio.

Alle micro, piccole e medie imprese che otterranno finanziamenti dagli istituti di credito locali con la garanzia dei consorzi fidi è messo a disposizione un fondo per l’abbattimento dei tassi di interesse.

Le operazioni finanziate avranno durata di 24 mesi, con un massimale di 50.000 euro. Nei primi 12 mesi le imprese dovranno versare i soli interessi, la restituzione dei prestiti avverrà, in quote costanti, nei successivi 12 mesi. L’abbattimento dei tassi di interesse sarà pari l’1,5% su base annua.

Destinatari

Possono essere beneficiarie del presente avviso le micro, piccole e medie imprese (PMI), aventi attività in provincia di Sondrio che, alla data di presentazione della richiesta di contributo, siano in possesso dei seguenti requisiti:

1.      essere iscritte al Registro delle Imprese/REA della Camera di Commercio di Sondrio;

2.       essere in regola con il pagamento del diritto annuale camerale;

3.      essere in regola con gli obblighi contributivi;

4.       non essere in stato di fallimento, concordato preventivo, amministrazione controllata o straordinaria, liquidazione coatta amministrativa o volontaria.

Caratteristiche dell’intervento

a) Operazioni assistite

Finanziamenti a sostegno della liquidità aziendale assistiti dalla garanzia dei consorzi fidi della durata di 24 mesi, di cui i primi 12 di preammortamento, con rimborso in quote mensili.

Importo finanziabile: pari alla somma dei versamenti effettuati dall’impresa su modello F24 nei 12 mesi precedenti a quello della richiesta, con il limite massimo pari a 50.000 euro.

b) Tassi

Euribor (tre mesi) aumentato di uno spread così previsto:

·  145 punti base su finanziamenti assistiti dalla garanzia per il 70% del credito erogato;

·  165 punti base su finanziamenti assistiti dalla garanzia per il 50% del credito erogato.

Spese di istruttoria applicate dagli istituti di credito non superiori a 50 euro; spese d’incasso rata: 1 euro massimo.

Commissione fideiussoria applicata dai consorzi fidi non superiore alle seguenti misure3, con un importo massimo, in ogni caso, pari a 300 euro annui:

· 0.60 % annuo, se calcolata sul finanziamento erogato;

· 1.20 % annuo, se calcolata sul capitale garantito.

c) Contributo

Abbattimento dei tassi di interesse applicati alle operazioni di credito di cui sopra nella misura di 1,5 punti percentuali su base annua.

Il contributo sarà calcolato sviluppando un piano di ammortamento con metodo italiano al tasso dell’1,5% e con importo e durata (massimo 2 anni) pari al finanziamento originario.

L’importo potenziale di aiuto che potrà essere concesso a ciascuna impresa equivale, pertanto, ad € 23,13 ogni 1.000,00 euro di finanziamento erogato ed il contributo massimo erogabile equivale ad € 1.156,25.

Le domande di finanziamento dovranno essere presentate ai Consorzi Fidi, anche attraverso gli istituti di credito, i quali le trasmetteranno alla Camera di Commercio nei termini previsti dalle finestre temporali previste dal bando. Le prime tre finestre, fatta salva la chiusura dei termini per esaurimento fondi, sono le seguenti:

dal 10 dicembre 2009 al 31 gennaio 2010

dal 1° marzo 2010 al 31 marzo 2010

dal 1° maggio 2010 al 31 maggio 2010

Procedura di rendicontazione

Il contributo camerale sarà liquidato dalla Camera di Commercio in unica soluzione alle imprese in regola con le rate di rimborso, una volta rimborsato l’intero prestito, entro 30 giorni dalla presentazione di idonea documentazione attestante il pagamento degli interessi.

Obblighi per le imprese

L’impresa beneficiaria del finanziamento deve garantire l’esatto adempimento degli obblighi assunti, in particolare per quanto concerne il puntuale pagamento delle rate in scadenza e dei relativi interessi.

La mancata corresponsione anche di una sola rata comporta la sospensione del beneficio contributivo che verrà ripristinato previa regolarizzazione del piano di rientro.

La mancata corresponsione protrattasi per oltre 180 giorni della rata scaduta comporta, ipso iure, la decadenza del beneficio contributivo.

Durata

Il bando rimarrà aperto fino all’esaurimento dei fondi a disposizione e, comunque, non oltre il 31 dicembre 2010.

In aggiunta al contributo camerale, grazie agli accordi raggiunti dai consorzi fidi con Banca Popolare di Sondrio e Credito Valtellinese, le imprese beneficeranno di condizioni di ulteriore vantaggio, in termini di garanzia (offerta dai consorzi fino all’80% del credito accordato), tasso di interesse (con l’applicazione di spread contenuti), commissione fideiussoria e altri oneri bancari. 

Ulteriori informazioni e la documentazione necessaria per l’accesso ai contributi possono essere richieste ad Ar.co.fidi Sondrio – tel. 0342 514400

Comments

Leave a Reply






  • Tesseramento 2017

  • Bandi e contributi aperti



  • Convenzioni e consulenze






  • Video






Confartigianato Confartigianato Lombardia Provincia di Sondrio Regione Lombardia Valtellina PFPValtellina
Unione Artigiani della Provincia di Sondrio - Confartigianato Imprese Sondrio Largo dell’artigianato, 1 23100 Sondrio - Telefono 0342.514343 Fax 0342/514316 - Codice fiscale 80003370147 Partita Iva 00582080149