Regione Lombardia, ‘Tavolo interventi sociali’ per affrontare meglio la crisi

Confartigianato Lombardia, presente al “Tavolo interventi sociali” ha condiviso la rinnovata impostazione voluta dal Presidente Formigoni per collegare le politiche per il lavoro e l’occupazione con quelle per lo sviluppo. E’ stato infatti questo l’obiettivo dichiarato dell’Assessore all’Istruzione, Formazione e Lavoro Gianni Rossoni.

Avviato nella scorsa legislatura per individuare le misure con cui fronteggiare la crisi, il “Tavolo” è costituito anche dal vicepresidente della Regione e assessore all’Industria, Artigianato, Edilizia e Cooperazione Andrea Gibelli, dall’assessore alla Famiglia, Conciliazione, Integrazione e Solidarietà sociale, Giulio Boscagli, dall’assesore alla Casa Domenico Zambetti e dai rappresentanti delle forze sindacali e imprenditoriali lombarde.

 
 
Gianni Rossoni

“Di fronte all’emergenza occupazione – ha affermato l’assessore Rossoni – dobbiamo mettere in campo tutte le energie a disposizione. I dati statistici ci dicono che ci sono dei timidi segnali di ripresa rispetto alla crisi che la Lombardia ha sofferto nello scorso anno”.

Nel corso dell’incontro sono stati presentati i dati dell’Osservatorio del mercato del Lavoro sulla situazione occupazionale, dalla quale risulta che si è registrata, tra il 2008 e il 2009, un aumento del tasso di disoccupazione (dal 3,7% al 5,4%) ma anche un aumento, rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, del 37% del lavoro interinale, quello che prima e più di altri tipi di lavoro ha, l’anno scorso, anticipato e sofferto la crisi.

“Per cogliere ogni opportunità – ha proseguito l’assessore – è necessario fare un salto di qualità: valorizzare le istanze del territorio, il rapporto con le Province e gli enti locali. Bisogna favorire veri e propri patti territoriali a livello provinciale dove tutti i soggetti (sociali, sindacali, imprenditoriali e istituzionali) concorrano ad elaborare i Piani provinciali anticrisi, come del resto indicato nella legge regionale 22/06, nei quali indicare le politiche attive e passive più adatte a mantenere nel loro territorio le aziende e ad inserire e reinserire i lavoratori nel mondo del lavoro”.

Confartigianato Lombardia e gli altri partecipanti al Tavolo si sono detti favorevoli alla prosecuzione dei lavori e hanno espresso la loro condivisione sul metodo e sul percorso indicato.

Tag: , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui social

Rimani sempre in contatto con noi e aggiornato sulle nostre iniziative

Unidata s.r.l con unico socio
Largo dell’Artigianato, 1 - 23100 Sondrio
Telefono 0342.514343 Fax 0342.514316
C.F. 00481790145 - N.REA SO-36426
PEC: unidata.sondrio@legalmail.it
Cap. soc. euro 100.000,00 i.v.
Informativa sulla Privacy

CONTATTI