Ritardi di pagamento, a Bruxelles la direttiva contro i cattivi pagatori

A Bruxelles, Consiglio, Parlamento e Commissione Europea, il 13 settembre scorso hanno raggiunto un accordo sulla nuova “Direttiva sui ritardi di pagamento delle amministrazioni pubbliche alle imprese”.

Il provvedimento, che dovrebbe tagliare il traguardo definitivo a fine ottobre, dà un giro di vite al malcostume delle insolvenze, un fenomeno che danneggia principalmente le piccole imprese, in crescita in tutta Europa e che in Italia ha proporzioni da primato.

In base al testo, le pubbliche amministrazioni dovranno provvedere al pagamento dei fornitori di beni e servizi entro 30 giorni, un termine che potrà essere superato solo in casi eccezionali, e che comunque non potrà superare i 60 giorni. Scaduti i termini scatterà una penale dell’8%. Meno rigorosi i termini di pagamento nelle transazioni tra privati che comunque non dovranno eccedere i 60 giorni.

L’Italia e gli altri stati membri avranno due anni per recepire la norma dal via libera del Parlamento Europeo.

Tag: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui social

Rimani sempre in contatto con noi e aggiornato sulle nostre iniziative

Unidata s.r.l con unico socio
Largo dell’Artigianato, 1 - 23100 Sondrio
Telefono 0342.514343 Fax 0342.514316
C.F. 00481790145 - N.REA SO-36426
PEC: unidata.sondrio@legalmail.it
Cap. soc. euro 100.000,00 i.v.
Informativa sulla Privacy

CONTATTI