Successo per la 25^ Giornata Provinciale dell’Artigianato


28 novembre 2016

“Condividere competenze per raggiungere obiettivi comuni”

Oltre 200 persone tra associati e ospiti provenienti da tutta la provincia hanno contribuito alla buona riuscita della venticinquesima edizione della Giornata Provinciale dell’Artigianato tenutasi oggi domenica 27  novembre a Sondrio presso la sede dell’Associazione.

La manifestazione si è svolta in un clima di ufficialità e di convivialità. E’ stata come di consueto un’occasione per rendere merito ad alcuni artigiani che si sono distinti nella vita e nel loro lavoro, confermando ancora una volta di essere un importante momento di incontro e un’occasione per rafforzare i legami di appartenenza.

salaLa giornata è iniziata alle 10.00 con la S. Messa celebrata presso la Chiesa del Sacro cuore a Sondrio e successivamente presso la sala “A. Succetti” della sede di Confartigianato Imprese Sondrio dove si è tenuta la mattinata ufficiale dei lavori.

La manifestazione è stata aperta da Stefano Ramponi, Presidente della Sezione ospitante, che ha fatto gli onori di casa ; la parola è passata al presidente provinciale Gionni Gritti.

Gritti ha introdotto il dibattito sul referendum costituzionale affermando che “i valori della Costituzione sono legati alla storia del Paese proprio come la storia del nostro Paese è legata ai sacrifici di molti artigiani”.

“Di norma – ha continuato Gritti – durante la Giornata Provinciale non tocchiamo temi legati all’attualità politica ma ci siamo sempre concentrati sulla cerimonia di premiazione dei nostri associati. Quest’anno abbiamo deciso di fare un’eccezione in omaggio proprio all’importanza dei temi che ormai riempiono quotidianamente tutti i mezzi di comunicazione. Lo abbiamo fatto nella convinzione che nella nostra Costituzione troviamo i principi fondanti e i valori del nostro ordinamento repubblicano e, credo, lo stesso possa valere nella nostra Giornata che non a caso vede al centro proprio i valori costitutivi dell’essere artigiano: la laboriosità, lo spirito d’impresa, il senso del dovere e il valore etico del lavoro”

“Condividere competenze per raggiungere obiettivi comuni”, questo lo slogan scelto per la venticinquesima edizione della Giornata Provinciale – ha ribadito Gritti – e si tratta di un invito esplicito agli artigiani a voler riflettere sull’importanza della cooperazione fra le imprese”.

Toccando il tema della formazione Gritti ha sottolineato che i “rapporti con le scuole premiazione-modella-per-un-giornospecie quelle professionali e tecniche, vivrà nei prossimi mesi una nuova “fase” grazie ad alcuni cambiamenti a livello normativo (la Legge “Buona scuola”) che hanno sancito e formalizzato l’importanza del rapporto scuola/impresa e a livello locale confermiamo il nostro impegno a far si che le imprese siano sgravate da taluni costi per la formazione obbligatoria dei propri collaboratori”.

Gritti ha poi sottolineato le opportunità legate a due progetti : quello delle Aree Interne (Alta Valtellina e Valchiavenna) e il progetto “Formazione e Sviluppo” sostenuto dal Consorzio BIM e dall’Amministrazione Provinciale.

Gritti ha voluto citare la collaborazione avviata nei mesi scorsi con l’associazione teatrale “Gente Assurda” volta alla realizzazione di alcuni costumi (divise militari esposte nella sala) per il mediometraggio “Soldatini di Ghiaccio” dedicato alla Grande Guerra (presentato al recente Festival cinematografico di Sondrio); e realizzate dagli studenti del corso per “Operatore della sartoria” del PFP con il supporto di Confartigianato Sondrio.

Subito dopo l’intervento di Gritti si è svolto l’atteso dibattito dedicato ai temi referendari con l’obiettivo di mettere in luce le conseguenze per le piccole imprese. Presente per i sostenitori del “sì” Fabio Pizzul (Consigliere Regionale del PD) e l’On.Ugo Parolo (Lega Nord – Sottosegretario Regione Lombardia) per il “no”. Il ruolo di moderatore è stato affidato al sondriese Prof. Bruno Di Giacomo Russo, costituzionalista dell’Università Bicocca di Milano.

Al termine del dibattito ha preso il via la toccante cerimonia di consegna degli “Attestati di merito”. Numerose le autorità presenti in rappresentanza di enti e istituzioni.

dibattito-referendumI Presidenti delle Sezioni territoriali dell’Associazione hanno premiato gli artigiani che si sono distinti nella loro attività e nella vita associativa per la serietà e capacità, oltre che per l’impegno profuso a sostegno della crescita e sviluppo dell’artigianato.

In questa edizione sono stati premiati sei artigiani segnalati dai rispettivi consigli di sezione :

Canclini Umberto di Bormio; Giuseppe Cecini della sezione di Grosio, Gilberto Martinelli della Sezione di Tirano; Giovanni Pradella della Sezione di Sondrio; Matteo Zugnoni dalla Sezione di Morbegno, Ettore Succetti premiato dalla Sezione di Chiavenna. Oltre a loro anche una collaboratrice dell’associazione cui è stato consegnato l’Attestato per i 25 anni di collaborazione: Monica Pasina di Morbegno

“Questi colleghi – ha commentato il presidente Gritti – con la loro esperienza di lavoro e con il loro spirito imprenditoriale teso al miglioramento e alla crescita delle loro aziende, lasciano a noi ed alle future generazioni un concreto e importante insegnamento. A loro dobbiamo il nostro grazie e la nostra riconoscenza per aver saputo interpretare al meglio e con senso del dovere il proprio ruolo di lavoratori e di protagonisti della vita economica e sociale”.

La giornata è continuata con il pranzo conviviale presso la stessa sala.

Nel corso del pranzo si è svolto un altro importante momento : la premiazione delle modelle e dei team di lavoro vincitrici del concorso legato al progetto “Artigiani al Lavoro. Modella per un giorno”. L’iniziativa promossa dal Movimento Donne dell’Associazione, ha coinvolto diverse imprese artigiane attive nel mondo del benessere, dell’immagine e della comunicazione (acconciatori, estetisti e fotografi).

In occasione della premiazione la Presidente del Movimento Donne di Confartigianato premiazione-artigianiSondrio Bianca Gadola ha presentato il progetto e ha consegnato i Premi alle prime tre classificate.

In sala tutti hanno potuto apprezzare le immagini delle fasi intermedie dei lavori dei dodici team ; anche in questa occasione al centro dell’attenzione è stata posta la maestria e la professionalità del lavoro artigiano.

Questi le modelle ed i team premiati:

Prima classificata Norica Sacalis. Parrucchiere: Centro Stile Moda di Leoni Alberto Sondrio, Estetista: Estefi di Ambrosini Stefania Teglio, Fotografo: Maurizio Gusmeroli  Morbegno – Negozio: Complici Abbigliamento Sondrio e Morbegno.

Seconda classificata Sara Strepponi. Acconciature Al Femminile di Zini Catia Sondrio, Estetica Pusterla Orchidea Sondrio, Foto Maurizio Gusmeroli Morbegno, Negozio Trendy di Rossi Pierlinda Sondrio.

Terza classificata Stella Gianoncelli. Il Sogno Acconciature SondrioEstetica Pusterla Sondrio, Maurizio Gusmeroli Morbegno, Negozio Complici Abbigliamento Sondrio e Morbegno.

Comments

Comments are closed.



  • Tesseramento 2017

  • Bandi e contributi aperti



  • Convenzioni e consulenze






  • Video






Confartigianato Confartigianato Lombardia Provincia di Sondrio Regione Lombardia Valtellina
Unione Artigiani della Provincia di Sondrio - Confartigianato Imprese Sondrio Largo dell’artigianato, 1 23100 Sondrio - Telefono 0342.514343 Fax 0342/514316 - Codice fiscale 80003370147 Partita Iva 00582080149