Successo per la 65° Assemblea Generale di Confartigianato Sondrio


29 maggio 2010

Si è tenuta lunedì 24 maggio presso la Sala dell’Ecomuseo della Bagnada – Lanzada l’annuale assemblea dei soci di Confartigianato Imprese Sondrio.

L’assemblea generale è stata preceduta da due importanti appuntamenti.

Il primo di questi si è svolto nella mattinata presso la sala polifunzionale “Arturo Succetti” dove sono state illustrate le attività ed i progetti intrapresi nei mesi scorsi nel solco della pluriennale attenzione che la nostra Associazione rivolge al mondo della scuola ed in particolare alle scuole professionali, con l’intento di colmare il gap fra la preparazione scolastica e le competenze richieste dal mercato e dalle imprese.

Dopo l’apertura dei lavori da parte del presidente Fabio Bresesti, sono seguiti gli interventi dell’assessore alla cultura ed istruzione provinciale Costantino Tornadù, dell’Amministratore Delegato del Politec Stefano Besseghini e Claudio Aba Galli di SolidWork, hanno preso parola i dirigenti dei diversi istituti scolastici, (Oreste Muccio, Sciaresa Giovanna, Martino Liscidini) coinvolti che hanno ringraziato la nostra Associazione per l’impegno dimostrato e per le iniziative portate avanti con la collaborazione di partners privati, quali Zucchetti – software leader nel mondo della contabilità – e SolidWork – software di disegno e progettazione tridimensionale parametrica (60 licenze di questi programmi sono state infatti acquistate da Confartigianato Imprese Sondrio e sono state messe a disposizione degli studenti degli istituti professionali provinciali).

Proprio con SolidWork, alcuni alunni hanno realizzato e presentato nel corso della mattinata un progetto di ventilazione meccanica forzata di una casa, disegnata in ogni suo aspetto e hanno simulato il flusso e la velocità dell’aria all’interno del circuito. Il Presidente Bresesti ha commentato il progetto sottolineando come “questi ragazzi ci hanno insegnato cosa vuol dire il loro estro e la loro capacità se giustamente coinvolti e motivati”. Presenti in sala, oltre che a diversi imprenditori locali, anche la Dott.ssa Tiziana Colombera e la Dott.ssa Cinzia Franchetti della Fondazione Credito Valtellinese. Quest’ultima è intervenuta per sottolineare l’impegno della Fondazione nel supportare i costi di gestione dei corsi di formazione attivati per i docenti degli istituti professionali e per presentare il progetto Job Match, rivolto a tutte le persone con età compresa tra i 18 e i 30 anni che intendono effettuare una breve esperienza formativa e orientativa in azienda.

Coadiuvati dal Presidente Bresesti, sono stati consegnati gli attestati di partecipazione al master “Energie rinnovabili” organizzato da Confartigianato Sondrio e curato da Renato Vergottini per i docenti dell’Istituto Istruzione Superiore “F. Besta” di Sondrio; successivamente sono stati presentati il progetto “Istruzione Professionale e mondo del lavoro: evoluzione delle competenze” in collaborazione con l’Istituto d’Istruzione Superiore “F. Besta” e il “Progetto filiera legno” a cura dell’Istituto Professionale “Pinchetti” di Tirano.

La mattinata si è conclusa con la consegna degli attestati agli alunni delle classi V, docenti e aziende della “Terza Area” dell’Istituto Professionale “Romegialli” di Morbegno, corso per Tecnici dei Sistemi Energetici e corso Tecnici Meccanici (TIM); Istituto Professionale “Crotto Caurga” di Chiavenna, corso Tecnici Meccanici e Tecnici del Legno e dell’Arredamento e dell’Istituto Istruzione Superiore “F. Besta”, di Sondrio, Tecnici dei Sistemi Energetici.

Il secondo appuntamento è stato quello della visita alla miniera della Bagnada, opportunità offerta a tutti i soci di Confartigianato Imprese Sondrio, che l’hanno accolta con grande entusiasmo. Le esperte guide che hanno accompagnato i soci lungo il percorso hanno raccontato brevemente la storia di tale luogo, sottolineando l’importanza dell’attività estrattiva nella vita dei residenti della Valmalenco, lasciando tracce indelebili nella storia, nel paesaggio e nell’economia della valle e hanno risposto alle diverse domande poste dagli artigiani incuriositi ed interessati. La visita ha permesso di riflettere sul significato storico e sociale di un’attività che ha permeato la cultura della Valtellina e Valchiavenna e in quanto tale non deve essere dimenticata.

La 65^ Assemblea Generale è stata aperta dal presidente Fabio Bresesti che, dopo i saluti di rito, ha ringraziato il sindaco di Lanzada Marco Negrini per l’ospitalità dimostrata cedendogli la parola. Nel suo intervento di saluto, il Sindaco ha espresso la sua stima verso gli artigiani, ricordando il ruolo rilevante di questa categoria nella nostra provincia e il suo orgoglio di averli come “ospiti a casa propria”.

Bresesti ha poi ripreso la parola, ripercorrendo nella sua relazione le iniziative promosse dall’Associazione per superare le fasi critiche dell’attuale congiuntura economica, quale l’impegno nello stare vicino alle imprese del territorio consigliando con competenza, professionalità ed esperienza le soluzioni migliori, inoltre ha ribadito l’impegno dedicato al mondo della scuola, all’organizzazione di corsi di formazione rivolti sia ai titolari/imprenditori delle aziende sia ai loro dipendenti ed ha evidenziato tutte le attività svolte nell’ultimo anno.

“I primi mesi di quest’anno – ha commentato Bresesti – sono ancora segnati dall’incertezza. Gli analisti non sono certi sulla ripresa del sistema e le recentissime bufere monetarie in Europa certo non aiutano il necessario ottimismo del mondo finanziario e produttivo. Di fronte a tutto questo l’imprenditoria provinciale non ha reagito con insicurezza e tutti hanno riconosciuto al nostro sistema un’ottima capacità di saper affrontare al meglio fasi critiche dimostrando così vitalità e intraprendenza”.

Il presidente di Confartigianato Imprese Sondrio ha poi sottolineato come “le due parole chiave che a parer mio rappresentano al meglio il sentiero che gli artigiani valtellinesi e valchiavennaschi stanno percorrendo per uscire dalla crisi sono “reattività e responsabilità”.

“Reattività” intesa come voglia di rimboccarsi le maniche per uscire al meglio da questo periodo di crisi, andando “al lavoro per vincere senza mai lamentarci”.

Anche in questa fase abbiamo, orgogliosamente, dimostrato al Paese intero di essere “il motore dell’Italia”, come afferma efficacemente lo slogan della nostra campagna nazionale per il tesseramento 2010.

Con orgoglio ribadisco anche che noi siamo imprenditori socialmente responsabili, avendo svolto in questo periodo di crisi una sorta di “micro ammortizzatore locale interno”, cercando in tutti i modi di mantenere i livelli occupazionali”.

Bresesti infine ha delineato un quadro generale della situazione del comparto artigiano a livello locale e nazionale, ricordando agli associati l’importante e recente nascita di Rete Imprese Italia, soggetto di rappresentanza unitario del mondo delle PMI, auspicando un maggiore peso del mondo artigiano ai tavoli decisionali del governo.

Successivamente, ha preso la parola il segretario provinciale Ornella Moroni che ha illustrato il bilancio consuntivo al 31 dicembre 2009 e il bilancio preventivo relativo al conto economico dell’anno 2010, entrambi approvati all’unanimità dall’Assemblea.

Quest’ultima si è conclusa con la nomina dei componenti del Collegio dei probiviri individuati nelle seguenti persone: Avv. Francesco Venosta nel ruolo di Presidente, Pietro Da Prada e Lucchinetti Mariano nel ruolo di membri effettivi, Achille Lusardi e Gianluigi Bonisolo in qualità di membri supplenti.

Comments

Leave a Reply






  • Tesseramento 2017

  • Bandi e contributi aperti



  • Convenzioni e consulenze






  • Video






Confartigianato Confartigianato Lombardia Provincia di Sondrio Regione Lombardia Valtellina PFPValtellina
Unione Artigiani della Provincia di Sondrio - Confartigianato Imprese Sondrio Largo dell’artigianato, 1 23100 Sondrio - Telefono 0342.514343 Fax 0342/514316 - Codice fiscale 80003370147 Partita Iva 00582080149