Un messaggio di fiducia alle imprese: Fulvio Sciuchetti, consigliere del Cda di Artigianfidi Lombardia interviene nel dibattito sul tema del credito


15 ottobre 2012

Il tema del credito resta e lo sarà per molto tempo al centro del confronto e del dibattito.

Un impegno che vede in prima linea e con convinzione Confartigianato Imprese Sondrio e Artigianfidi Lombardia, il maxi-confidi nato dalla fusione di 9 confidi provinciali e attivo dal 1° gennaio 2011. Un impegno rivolto alle imprese in una logica di supporto agli imprenditori anche, e soprattutto, in questi momenti di maggiore difficoltà economica.

Nel dibattito interviene Fulvio Sciuchetti, da tempo impegnato all’interno di Confartigianato e nella sezione di Chiavenna e membro del CdA di Artigianfidi Lombardia. Da lui parole di fiducia e di forte stimolo a sfruttare le opportunità accompagnate da un messaggio di ottimismo.

Il suo impegno in Artigianfidi Lombardia le consente di avere una visione ampia della situazione, che previsioni si possono fare ?

Questo sì, ma oggi nessuno è in grado di fare previsioni sulla crisi, nemmeno gli economisti che peraltro non sono stati in grado nemmeno di prevederla.

Credo però che un messaggio di fiducia si possa anche dare in mezzo a molte difficoltà  Non lasciamo che prevalga sempre e solo il pessimismo o la dittatura dello spread.

Come tutti percepiamo e viviamo la crisi, ma nelle regioni del nord e in provincia non mancano segnali positivi. Ci sono imprenditori reattivi e ci sono realtà imprenditoriali che vanno bene e hanno buone idee. Purtroppo però molti sono frenati sul piano degli investimenti a causa di una sorta di paura contagiosa. Ciò che dobbiamo fare è creare un “antivirus” e diffondere fiducia nel sistema e in noi stessi. Ne abbiamo parlato recentemente anche in consiglio di amministrazione con il presidente Mezzalira e l’abbiamo condivisa un po’ tutti.

Non è facile essere positivi in questo momento.

Non è certo semplice è vero. Però l’esperienza di Artigianfidi Lombardia dimostra che le difficoltà si possono superare. Con questo non voglio dire che il peggio sia passato ma forse possiamo credere che siano finiti i tempi della speculazione più accesa e che si possa fare qualcosa di importante, per il nostro futuro, tutti insieme.

Fulvio Sciuchetti

Un ruolo importante può essere giocato dai vostri rapporti con gli istituti di credito?

E’ un aspetto importante. E ci sono in Artigianfidi alcuni “numeri” importanti : 18mila operazioni di garanzia in essere con un finanziamento garantito di 670 milioni di euro e una quota Artigianfidi che supera i 370 milioni. Sono indicatori – soprattutto quello legato agli investimenti – che ci dicono della determinazione dell’imprenditoria del nostro territorio. Quella che trascina, ancora una volta, è la Lombardia che si dimostra un “motore d’Europa”. A questo motore, Artigianfidi vuole dare il carburante giusto con una garanzia, minima, del 50%.

E il flusso delle operazioni nel 2012?

In linea con i dati dell’esercizio 2011. Il flusso delle nuove erogazioni ha visto 4.561 nuovi interventi per un volume di oltre 240 milioni di euro: un importo che supera di oltre 8 milioni il risultato ottenuto nello stesso periodo del 2011. In questi numeri sono ricompresse anche le operazioni realizzate nel nostro territorio.

Come si possono leggere questi dati?

Nascono dall’impegno con il quale perseguiamo la nostra mission: dare credito alle imprese con piglio pratico e dinamico. In un periodo economico così difficile e complicato, Artigianfidi Lombardia riesce a soddisfare i bisogni eterogenei dell’impresa.

Voi vi presentate al mercato come “pronti e veloci”: una promessa alle imprese?

Non si tratta di una promessa ma di un impegno. L’impegno è quello di affrontare in modo “scientifico” e non emotivo la possibilità di accesso e di gestione del credito attraverso una presenza diffusa e capillare sul territorio ed è il caso degli uffici di Sondrio presso la sede di Confartigianato. La consulenza che siamo in grado di offrire permette di calibrare nel modo giusto e caso per caso le problematiche e le opportunità.  Questo vale sia per gli investimenti ma anche per le liquidità aziendali.

I riequilibri finanziari giocano un ruolo importantissimo e lo stesso vale anche per le  nuove possibilità di aiuto nella partita degli anticipi. Noi ci crediamo molto e spingiamo i nostri soci ad essere fiduciosi e spesso ci sono imprese che aumentano il loro fatturato anche in periodi di crisi come questo. E queste realtà hanno bisogno di essere confortate e spronate ad investire. In sintesi posso dire che abbiamo deciso di essere un volano di opportunità, di dare fiducia al sistema e di scegliere assumendoci sempre maggiori rischi.

Con lo strumento della garanzia ?

Certo. Si tratta di una garanzia di sempre maggiore peso che arriva, in alcuni casi, anche all’80%. Ma in tutto questo entra in gioco anche il concetto di filiera.

In che mode riusciate a fare tutto questo ?

Artigianfidi con la sua rete e la sua struttura ha la capacità di soddisfare le esigenze in tempi brevissimi avendo delibere giornaliere. In Artigianfidi vogliamo che l’imprenditore possa trovare un partner affidabile e di livello che sappia tradurre concretamente la nostra mission aziendale ispirata ai principi della sussidiarietà e della prossimità  al socio.

In provincia la sede di Sondrio registra incrementi significativi e questo vuol dire che i nostri imprenditori ci riconoscono come interlocutori privilegiati nella gestione del credito e in questo ci sono di fondamentale aiuto le convenzioni bancarie, gli accordi con l’Elba, il FEI, gli enti locali (Comunità Montane e Comuni) e strumenti più recenti come “Fiducia Valtellina” finanziati da Provincia e Camera di Commercio.

Noi abbiamo deciso di metterci in gioco e di essere in prima linea cercando di adattare gli strumenti e le azioni alle mutevoli esigenze delle imprese.

Comments

Comments are closed.



  • Tesseramento 2018

  • Bandi e contributi aperti



  • Convenzioni e consulenze






  • Video




Confartigianato Confartigianato Lombardia Provincia di Sondrio Regione Lombardia Valtellina PFPValtellina
Unidata s.r.l con unico socio, Largo dell’artigianato, 1 23100 Sondrio - Telefono 0342.514343 Fax 0342.514316 - Codice fiscale 00481790145 - N.REA SO-36426 - PEC: unidata.sondrio@legalmail.it - Cap. soc. euro 100.000,00 i.v.