Un seminario per la conclusione del progetto Racem


29 giugno 2012

Gli interventi di tutti per l’importante progetto di Confartigianato.

Si è svolto ieri -giovedì 28 giugno- a Sondrio il seminario di chiusura del progetto Racem dal titolo “Edifici ad energia zero. Gli artigiani della filiera casa protagonisti dell’innovazione”. L’evento ha voluto presentare i risultati del progetto di Confartigianato (Racem appunto, acronimo di Rete Artigiana per la casa efficiente in montagna) che, a partire dalla primavera del 2011, ha coinvolto imprese della filiera casa, progettisti e studenti con l’obiettivo di approfondire gli aspetti dell’abitare sostenibile. Tra questi le diverse policy, le opportunità offerte dalla green economy alle PMI e ai territori e gli effettivi risparmi che gli interventi di costruzione/risanamento degli edifici possono apportare. «Con questo convegno terminiamo il progetto Racem – ha affermato il presidente di Confartigianato Imprese Sondrio, Gionni Gritti – : in questo anno e mezzo, in particolare, abbiamo lavorato sul tema della sostenibilità e vogliamo cogliere anche questa occasione per dire alle aziende che noi ci siamo».

RACEM

Gli obiettivi di Racem, dunque, «sono accrescere la competitività della filiera edilizia – ha affermato Angelo Bongio, responsabile operativo di Confartigianato Imprese Sondrio – e accompagnare le imprese artigiane (imprese edili, installatori impianti elettrici, installatori impianti termoidraulici, serramentisti, segherie) nella costituzione di una rete per il costruire sostenibile». Il progetto è stato presentato da Confartigianato Imprese Sondrio sul bando “Progetti di filiera o territoriali, per la promozione del comparto artigiano-Anno 2010″, promosso nell’ambito dell’”Accordo di Programma Asse 3-Convenzione Artigianato” da Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia.

SEMINARIO

In particolare il seminario di chiusura ha previsto gli interventi di diversi professionisti che hanno collaborato al progetto. Gabriele Masera del politecnico di Milano-Polo territoriale di Lecco ha affrontato il tema “Costruire sostenibile è possibile: un’ipotesi di marchio per le imprese”. «Abbiamo dato il nostro apporto tecnico sulle modalità con le quali oggi si può rispondere al tema dell’energia sostenibile, tra queste l’involucro è sicuramente uno dei punti su cui si può intervenire, ma anche le modalità con cui produrre energie rinnovabili» ha affermato. A seguire la relazione di Marco Imperadori del Politecnico di Milano-Polo territoriale di Lecco sul tema “Edifici smart eco 2020 in Lombardia”. «Come Politecnico abbiamo la missione di guardare avanti e fare sperimentazioni utili al mercato perché con l’esempio si possono trasferire ai progettisti delle esperienze. In questo senso abbiamo guardato al 2020 dove la casa avrà l’obbligo di essere energeticamente efficiente» ha spiegato.

INTERVENTI

Il convegno è proseguito con altri interventi, tra cui quello di Elena Donaggio e di Ivana Pederiva dell’Irs Milano che hanno presentato le analisi compiute negli scorsi mesi sulla filiera casa in provincia di Sondrio e sugli strumenti urbanistici per favorire la qualità edilizia. «Abbiamo ascoltato le imprese e quello che è emerso è una condivisa richiesta di mettersi in rete, a conferma che l’ipotesi di Racem è corretta» hanno affermato.Successivamente l’intervento di Claudio Botacchi, architetto dell’Ordine degli Architetti di Sondrio, che ha concentrato la sua attenzione sul tema “Prestazione tecnica e qualità architettonica”: «Abbiamo intervistato le imprese e partecipato a workshop cercando di portare sul territorio i valori e i vantaggi di una progettazione ecosostenibile».

Infine Ignazio Davì, dell’Istituto Geometri Saraceno di Morbegno, ha illustrato l’iniziativa di collaborazione fra l’istituto morbegnese e Confartigianato Sondrio in cui sono stati coinvolti i ragazzi della classe VB in una serie di attività di approfondimento e di studio dedicate al tema del costruire sostenibile e della qualità del prodotto edilizio. Una collaborazione che, come ha affermato lo stesso architetto, è stata voluta «per aprire la scuola al territorio e alle tecnologie imposte dal periodo storico».

La documentazione del seminario:

Intervento del Presidente di Confartigianato Imprese Sondrio Gionni Gritti (pdf 116 KB)

Il progetto Racem: un percorso per l’efficienza energetica‘, Angelo Bongio – Confartigianato Imprese Sondrio (pdf 876 KB)

La filiera casa in Provincia di Sondrio ‘, Elena Donaggio – Irs Milano (pdf 516 KB)

La normativa urbanistica e l’efficienza energetica‘, Ivana Pederiva, Irs Milano (pdf 4.306 KB)

Costruire sostenibile è possibile: un’ipotesi di marchio per le imprese‘, Prof. Gabriele Masera, Politecnico Milano – Polo territoriale di Lecco  (pdf 4.520 KB)

Prestazione tecnica e qualità architettonica’ , Claudio Botacchi – Ordine Architetti di Sondrio (pdf 2.124 KB)

Il progetto Racem i risultati (pdf 169 KB)

Comments

Comments are closed.



  • Tesseramento 2017

  • Bandi e contributi aperti



  • Convenzioni e consulenze






  • Video






Confartigianato Confartigianato Lombardia Provincia di Sondrio Regione Lombardia Valtellina
Unione Artigiani della Provincia di Sondrio - Confartigianato Imprese Sondrio Largo dell’artigianato, 1 23100 Sondrio - Telefono 0342.514343 Fax 0342/514316 - Codice fiscale 80003370147 Partita Iva 00582080149